cartelle esattoriali

LA CTP DI VICENZA CONFERMA LA NULLITA’ DELLA CARTELLA DI PAGAMENTO NOTIFICATA IN FORMATO PDF

12/12/2017


..Sulla base delle norme richiamate, questo Collegio ritiene che la notificazione per posta elettronica certificata della cartella di pagamento in formato .pdf, senza l'estensione c.d. "p7m", non sia valida e di conseguenza rende illegittime le cartelle impugnate, allegate alle pec, in tale formato.

La certificazione della firma è, come già precedentemente evidenziato, dall'estensione ".p7m" del file notificato, che rappresenta la c.d. "busta crittografica", che contiene al suo interno il documento originale, l'evidenza informatica della firma è la chiave per la sua verifica (cfr. note dell'Agenzia per l'Italia digitale). L'estensione garantisce, da un lato, l'integrità ed immodificabilità del documento informatico e, dall'altro, quanto alla firma digitale, l'identificabilità del suo autore e, conseguentemente, la paternità dell'atto.

In carenza e difetto di detta estensione del file, la notificazione per posta elettronica certificata delle cartelle impugnate, non è valida con illegittimità derivata delle stesse. L'accoglimento dell'eccezione preliminare, assorbe le altre motivazioni. Conseguentemente vengono annullate le cartelle impugnate.”.

Queste le conclusioni cui è giunta la Commissione Tributaria di Vicenza con la sentenza n. 615/02/2017, depositata lo scorso 19 settembre.

Una pronuncia che rafforza sempre più l’orientamento giurisprudenziale in virtù del quale devono ritenersi inesistenti le notifiche effettuate a mezzo posta elettronica certificata, allorquando il file allegato, contenente la cartella di pagamento o il diverso atto della riscossione, non è riprodotto in formato .p7m bensì in quello .pdf.

Sfoglia questa categoria..

Richiedi una prima consulenza gratuita

Compila il form e ti ricontatteremo entro 24h.

Web Developement Obdo - graphic and web